Informazioni ed Aggiornamenti del Poliambulatorio Exacta

Aggiornamento Test sierologici Covid-19

Come da indicazioni della Regione Emilia Romagna (delibera del 16 aprile 2020) l’attività di diagnosi sierologica sarà rivolta solo alle imprese.

Per quanto riguarda la possibilità di accedere al test sierologico per l’utenza privata, questo sarà possibile solo in un prossimo futuro.

Il laboratorio infatti seguirà le indicazioni che verranno fornite dalla Regione.

Orario periodo natalizio 2019

Vi informiamo che durante queste vacanze natalizie l’orario di apertura rimarrà invariato, ad eccezione dei seguenti giorni:
 
- 24 e 31 Dicembre saremo aperti dalle ore 7.00 alle ore 13.00
- 25 e 26 Dicembre , 1 e 6 Gennaio saremo CHIUSI!
 
Vi aspettiamo!
 
Agopuntura

CHE COS’E’ L’AGOPUNTURA?

L'agopuntura è una pratica terapeutica di medicina alternativa, derivante dalla medicina tradizionale cinese, che prevede l'inserimento di piccoli aghi sulla superficie del corpo umano, allo scopo di promuovere la salute dell'individuo.
L'agopuntura si basa sull'idea che nel corpo umano sia presente una rete di canali, i meridiani, attraverso cui scorre un'energia fondamentale, la “forza vitale”.
La libertà dei meridiani garantisce il flusso corretto della forza vitale e il benessere del corpo umano; al contrario, un'ostruzione ne altera il flusso e può indurre la comparsa di problematiche, quali dolore cronico, mal di schiena, emicrania ecc. La pratica dell'agopuntura si propone come metodica capace di ristabilire il normale flusso all’interno del corpo umano, liberando i meridiani ostruiti, stimolando la zona in cui risiedono grazie all’uso di piccoli aghi. Queste zone prendono il nome di punti di agopuntura.

 

QUALI SONO I BENEFICI DELL’AGOPUNTURA?

I benefici dell’agopuntura sono evidenti in caso di:

  • Dolore cronico;
  • Mal di schiena;
  • Cefalea muscolo-tensiva;
  • Emicrania;
  • Dolore articolare;
  • Dolore ai denti;
  • Nausea e vomito;
  • Disturbi del sonno, come insonnia;
  • Dolore post-operatorio.

 

COME AVVIENE UNA SEDUTA DI AGOPUNTURA?

Durante la prima seduta è prevista una fase preliminare in cui l'agopunturista indaga lo stato di salute del paziente ed esegue una sorta di anamnesi medica.
Questa fase preliminare ha un'importanza fondamentale, in quanto fornisce al terapeuta le informazioni necessarie a stabilire i punti di agopuntura, su cui agire attraverso gli aghi.
Nelle sedute successive, la fase principale è quella d'inserzione degli aghi: il terapeuta provvede a inserirli delicatamente appena sotto la pelle e a lasciarli in posa il tempo che ritiene opportuno.
Il numero di aghi utilizzati dipende dall'entità della sintomatologia lamentata dal paziente.
Una seduta di agopuntura può durare dai 20 ai 40 minuti.

 

L’AGOPUNTURA E’ RISCHIOSA?

L'agopuntura è una pratica sostanzialmente sicura e a basso rischio. Infatti, solo in rare circostanze, dà luogo ad effetti collaterali.
Tra i possibili effetti collaterali dell'agopuntura, rientrano:

  • Dolore al momento dell'inserzione degli aghi;
  • Fuoriuscita di sangue dalle zone d'inserzione degli aghi;
  • Comparsa di ematomi nei punti in cui l'agopunturista ha inserito gli aghi;
  • Sonnolenza anomala;
  • Senso di svenimento o vertigine;

Il modo in cui gli agopunturisti usano gli aghi fa includere l'agopuntura tra le pratiche di medicina alternativa minimamente invasive.

Hai mai sentito parlare della tiroide?

Oggigiorno le persone che presentano problematiche alla tiroide sono sempre più frequenti e il dato più preoccupante è che molte non ne sono a conoscenza e non capiscono l’importanza vitale di questo organo.

 

CHE COS’E’ LA TIROIDE?

La tiroide è una ghiandola situata nella parte anteriore del collo e il suo compito è quello di secernere ormoni. Inoltre, esercita una grande influenza sulle cellule di tutto l’organismo e per questo motivo è necessario che funzioni correttamente producendo la giusta quantità di ormoni e garantendo una crescita del corpo bilanciata.

La maggior parte delle volte, l’alimentazione scorretta e lo stile di vita sempre più frenetico possono portare alla diffusione di patologie tiroidee. Basti pensare, infatti, che i noduli tiroidei, la più frequente delle malattie collegate a questa ghiandola, interessano all’incirca il 10 per cento della popolazione e, il più delle volte, le persone non ne sono a conoscenza.

 

QUALI SONO LE PRINCIPALI PATOLOGIE TIROIDEE?

Le patologie più diffuse sono principalmente quattro:

  • Ipotiroidismo (ridotta funzione tiroidea): è una malattia che colpisce circa l’8% delle donne e il 2% degli uomini. Essa è quasi sempre di origine autoimmune, cioè causata da un errore del sistema immunitario del soggetto che produce anticorpi che distruggono la propria tiroide. I sintomi principali dell’ipotiroidismo sono: astenia, senso di freddo, cute secca, perdita di capelli, difficoltà di concentrazione, stipsi, aumento di peso, gonfiore al viso, edemi e, nella donna, alterazioni del ciclo.
  • Ipertiroidismo (eccessiva attività tiroidea): è meno frequente della precedente; infatti, la malattia colpisce circa il 2-3% delle donne e lo 0,2-0,3% degli uomini. I sintomi dell’ipertiroidismo sono: ansia, irritabilità, intolleranza al caldo, eccessiva sudorazione, palpitazioni, astenia, perdita di peso non voluta, dissenteria, tachicardia, aritmie, tremori e, nella donna, alterazioni del ciclo.
  • Tiroidite cronica autoimmune: è la causa principale dell’ipotiroidismo; essa può essere presente con funzione tiroidea ancora conservata. Questa malattia colpisce circa il 10% delle donne e il 2% degli uomini.
  • Noduli tiroidei: possono essere singoli o multipli. Essi sono presenti circa nel 5% degli adulti in forma di nodulo palpabile, ma la percentuale salirebbe al 30% se ognuno eseguisse un’ecografia tiroidea. Nella maggior parte dei casi, i noduli tiroidei sono benigni; essi vanno comunque controllati, in genere, con l’ecografia, talvolta con l’ago aspirato o con la scintigrafia tiroidea, al fine di stabilire se richiedano una terapia.

 

CHE CONSEGUENZE POSSONO AVERE QUESTE PATOLOGIE SE NON CURATE IN TEMPO?

Le patologie della tiroide sono molto più frequenti nelle donne che negli uomini (le donne sono colpite circa da 5 a 10 volte in più) e, se non diagnosticate precocemente e curate per tempo, possono causare gravi conseguenze per la donna in gravidanza e per il nascituro. Inoltre, possono causare problemi come: l’alterazione del ciclo, rendendolo irregolare e talvolta emorragico, la riduzione della fertilità e l’aumento dell’abortività. Per questo motivo è molto importante controllare la funzione tiroidea della donna prima del concepimento o almeno all’inizio della gravidanza già in corso.

 

COME SI PREVENGONO QUESTE PATOLOGIE?

Per valutare la funzionalità tiroidea basta eseguire un semplice esame del sangue che misura la quantità di ormone TSH. Un valore troppo elevato di TSH riconduce a un ipotiroidismo, mentre un valore troppo basso può indicare la presenza di un ipertiroidismo, ma in entrambi i casi, occorre intervenire tempestivamente con la terapia, in particolar modo se la donna è in stato di gravidanza. 

 

QUALI SONO LE POSSIBILI CURE?

Il trattamento dipende dalla forma di tiroidite del paziente:

  • In caso di ipotiroidismo, la terapia standard prevede di solito l’assunzione quotidiana dell'ormone tiroideo T4 sintetico che riporta alla norma il livello dell’ormone, invertendo i segni e i disturbi dell’ipotiroidismo.
  • In caso di ipertiroidismo, invece, sono previste cure differenti, in base all’età, alla condizione fisica e alla causa e alla gravità della malattia. Tra i vari rimedi a questo tipo di patologia vi sono: iodio radioattivo, una forma di radioterapia (la dose di radioattività è molto bassa e non è dannosa. Lo iodio, preso per bocca, è assorbito dalla tiroide e, essendo radioattivo, la induce a ridursi e a rallentare la produzione di ormone tiroideo); i farmaci anti-tiroide, che ne riducono gradualmente i sintomi impedendo alla tiroide di produrre una quantità eccessiva di ormone; quando queste cure non sono possibili, ad esempio in stato di gravidanza, si ricorre alla chirurgia.
  • In caso di tiroidite la terapia si differenzia a seconda della tipologia dell’infiammazione Alcune tiroiditi causano dolore e possono essere curate con medicinali chiamati corticosteroidi. Invece, se l’origine della tiroidite è infettiva l’antibiotico è sufficiente per risolverla.
  • Nel caso dei noduli, un nodulo tiroideo benigno è tenuto sotto controllo con gli esami ed ecografie annuali e, se rimane invariato, non è necessaria alcuna cura. Alcune volte, però, un nodulo, anche se benigno, può richiedere un intervento chirurgico, se rende difficile la respirazione o deglutizione. In caso della presenza di un nodulo maligno si ricorre all’intervento chirurgico per eliminare tutta o gran parte della tiroide.

 

Il profilo metabolico

Il profilo metabolico è tipico delle persone in cui lo stress, sia fisico che emotivo, ha causato un forte cambiamento nel metabolismo. Si tratta di una risposta normale del nostro corpo, ma, in alcuni casi può diventare davvero acuta e può portare a un’infiammazione cronica globale, con conseguenze come squilibri ormonali, difficoltà digestive e problematiche metaboliche di vario genere.

Per avere un quadro completo del nostro profilo metabolico e di conseguenza prevenire eventuali disfunzioni è necessario sottoporsi a degli esami: colesterolo, HDL, LDL, glicemia, trigliceridi, emoglobina glicosilata.

 

COLESTEROLO

Il colesterolo è un grasso che in parte è prodotto dall’organismo e in parte è introdotto con la dieta. L’esame misura la concentrazione di colesterolo nel sangue: con tre misurazioni diverse si ottengono i livelli di colesterolo totale, HDL (o colesterolo buono) e LDL (o colesterolo cattivo). Il colesterolo può aumentare sia per una predisposizione ereditaria, sia per una dieta ricca di cibi ad alto contenuto di grassi animali. Un aumento del colesterolo totale può portare allo sviluppo di malattie come: ipotiroidismo, malattie dei reni, disglobulinemia, ostruzioni biliari, pancreatite cronica, diabete e obesità. Un abbassamento del colesterolo, invece, può essere la conseguenza di ipertiroidismo, insufficienza epatica, alcuni tipi di anemia e malnutrizione.

 

GLICEMIA

La glicemia è la concentrazione di zucchero, ovvero il glucosio, presente nel sangue. Nei soggetti non affetti da diabete o altre alterazioni del metabolismo degli zuccheri la glicemia a digiuno, dopo cioè almeno 8 ore di digiuno, è generalmente compresa tra 60-99 mg/dl, mentre dopo un pasto, per quanto abbondante, la glicemia raramente supera i 140 mg/dl. Esiste un altro parametro in grado di valutare l’andamento della glicemia e denominato EMOGLOBINA GLICOSILATA che permette di stimare in modo retrospettivo la media delle glicemie dei tre/quattro mesi precedenti il suo dosaggio: in tal caso, nei soggetti non affetti da diabete o altre alterazioni del metabolismo glucidico, il valore normale si colloca al di sotto di 42 mmol/mol. Mantenere costante la glicemia è importante per assicurare il normale apporto energetico al cervello. Inoltre sia valori troppo bassi di glicemia (ipoglicemia) che valori troppo alti (iperglicemia) sono potenzialmente pericolosi per l'organismo e, se protratti per lunghi periodi. possono portare a conseguenze molto gravi tra cui coma, e diabete.

 

TRIGLICERIDI

Misura la concentrazione dei trigliceridi nel sangue. I trigliceridi sono la forma di immagazzinamento dei grassi nell’organismo e sono utilizzati come scorta di energia. Essi derivano soprattutto dalla dieta e in piccola parte sono prodotti dall’organismo.
I trigliceridi possono aumentare sia per predisposizione ereditaria sia per diete ricche di grassi e carboidrati. L’aumento dei trigliceridi nel sangue rappresenta un importante fattore di rischio per le malattie cardiache e il diabete. Oltre agli eccessi della dieta, un aumento dei trigliceridi può indicare le seguenti condizioni: un’eccessiva assunzione di alcol, alcune malattie ereditarie, il diabete e l’obesità. Quando i valori sono molto alti, c’è il rischio di sviluppare una pancreatite, cioè un’infiammazione del pancreas. Un abbassamento dei trigliceridi si osserva invece nelle seguenti condizioni: insufficienza epatica, malassorbimento intestinale, malnutrizione, ipertiroidismo, iperparatiroidismo, malattie epatiche gravi.

Quantiferon: come diagnosticare un' infezione tubercolare latente nell'individuo

La Tubercolosi (conosciuta anche come TBC) è una malattia infettiva causata da vari ceppi di micobatteri in particolare il Mycobacterium Tubercolosis e attacca prevalentemente i polmoni ma può anche colpire pelle, cervello, reni, colonna vertebrale, sistema linfatico, apparato circolatorio e genito-urinario.

Viene contraddistinta da sintomi quali tosse cronica con ispettorato striato di sangue, sudorazione notturna, perdita di peso e febbre di rado elevata ma questi si manifestano nelle persone solo in 1 caso su 10 (Tubercolosi Attiva) mentre nei restanti 9 casi su 10 l’infezione risulta essere latente ovvero asintomatica e il nostro sistema immunitario la elimina senza alcuna ripercussione sulla nostra salute.

Come viene diagnosticata? Attraverso un test cutaneo oppure un’analisi del sangue suddivisa in due parti:

  • Raccolta dei campioni di sangue e nella stimolazione della risposta immunitaria di linfociti T nelle provette Quantiferon.
  • La misurazione dei livelli di interferone gamma prodotto dai linfociti T.

Il Quantiferon TB-Gold risulta essere dunque uno strumento particolarmente adatto nella diagnosi di infezione tubercolare latente e per questo abbiamo deciso di utilizzarlo all’interno della nostra struttura.

Questi esami vengono svolti da Lunedì al Giovedì dalle 7.00 alle 10.30.

Vi invitiamo sempre a non trascurare la vostra salute e ad eseguire controlli regolari!

Il virus HIV e le sue modalità di trasmissione

Il virus HIV è stato avvolto da tante informazioni, talvolta vere e talvolta meno vere, fatte circolare con la diffusione dei mezzi di comunicazione quali televisione, cinema, radio e internet che hanno avuto l’effetto di creare questa aura di misticità attorno alla malattia.

Tutti conoscono la sua fama e i volti più noti che ha colpito negli anni quali: Earvin “Magic” Johnson, Freddie Mercury e negli ultimi tempi anche l’attore Charlie Sheen che ne ha dato l’annuncio durante una nota trasmissione televisiva americana.

Che cosa sappiamo dell’HIV? La trasmissione avviene attraverso via ematica, materno-fetale e via sessuale.

La prima si verifica attraverso trasfusioni di sangue infetto oppure con l’utilizzo di siringhe infette.
Questo metodo di contagio è stato una dei principali fattori della diffusione del virus nei primi anni 90, sensibilmente ridotto, in seguito, grazie a stretti controlli eseguiti sui campioni di sangue.

La seconda consiste nel passaggio del virus da madre a figlio durante la gravidanza, il parto o l’allattamento ma la probabilità che la madre sieropositiva trasmetta il virus al figlio in gravidanza sono del 20% e queste si riducono al 2% con l’assunzione di AZT (uno dei primi farmaci nella lotta contro l’HIV).

La terza, invece, con rapporti sessuali, sia eterosessuali che omosessuali, non protetti.
Il contagio avviene attraverso il contatto con liquidi organici infetti (quali sperma, secrezioni vaginali e sangue) e l’utilizzo di strumenti anticoncezionali quali pillola del giorno dopo, diaframma o spirale non previene il rischio. Si consiglia sempre dunque l’utilizzo del preservativo per proteggersi da eventuali malattie sessualmente trasmissibili quali Papilloma Virus, Clamidia, Gonorrea e il sopra citato HIV.

Non si può, dunque, contrarre attraverso baci, strette di mano, morsi, graffi, colpi di tosse, muco, utilizzo di stesse posate, lenzuola, servizi igienici o asciugamani come magari si potrebbe pensare.

Essere bene informati oltre che l’adozione di comportamenti accorti prevengono il rischio di infezione!

Allergie: Esame ematico per la determinazione delle Ige Specifiche

L’Allergia può essere definita una risposta “esagerata” del nostro sistema immunitario verso sostanze presenti nell’ambiente in cui viviamo e verso sostanze che ingeriamo e introduciamo con gli alimenti. Le sostanze che provocano Allergia, in individui predisposti, sono chiamate Allergeni e sono normalmente sostanze innocue. L’allergia è una reazione specifica del nostro sistema immunitario contro specifiche sostanze. In individui predisposti si ha la produzione di particolari anticorpi “allergici” chiamati Immunoglobuline E(IgE) che reagiscono contro sostanze specifiche creando reazioni infiammatorie con varia sintomatologia.

HPV Test Modena | Laboratorio Analisi Exacta

Che cos’è

L’infezione da Papilloma Virus Umano (Hpv, Human Papilloma Virus) è un’infezione molto diffusa, trasmessa prevalentemente per via sessuale. Sebbene nella maggior parte dei casi sia transitoria e priva di sintomi evidenti, talvolta si manifesta attraverso lesioni benigne della cute e delle mucose.

Agopuntura a Modena presso Poliambualtorio Exacta

- Che cos' è l' Agopuntura?

L'Agopuntura è una metodica terapeutica, nata in Cina più di 3000 anni fa e praticata in tutto il mondo. Dal 1970 in poi l' Agopuntura è stata sempre più integrata nella medicina occidentale.

- Come agisce l'Agopuntura?

intolleranze alimentari, un'analisi accurata

Le intolleranze sono state definite “allergie non allergiche” dall’allergologo Kaplan quando, nel 1991, presentò un suo articolo in cui descriveva l’esistenza di stati allergici che non era possibile correlare alle IgE.

L’origine del test Leuco-Citotossico nell’esame di tali manifestazioni risale alla fine degli anni ’50 quando due medici, A. P. Black ed in seguito W. Bryan, vi si dedicarono nella ricerca di fenomeni biologici correlabili con stati di malessere a seguito dell’ingestione di cibo.

colesterolo LDL diretto

Generalmente, la quantità di colesterolo LDL (LDL-C) viene calcolata usando i risultati del profilo lipidico standard. Nella maggior parte dei casi, questa è una buona stima del LDL-C, ma diventa meno accurato con l’incremento dei livelli di trigliceridi. La misura diretta del LDL-C viene influenzata di meno dai trigliceridi e può essere utilizzata quando non sei digiuno o quando hai i trigliceridi significativamente elevati (sopra i 400 mg/dl).

Tags:
Diabete Laboratorio Analisi Exacta

Il Glucosio nel Sangue

Per capire cosa accade nel corpo di chi ha il diabete, bisogna dirigersi subito verso il pancreas. Le cellule di questo importante organo per la digestione rilasciano insulina, un ormone che favorisce l’assorbimento dello zucchero e in particolare del glucosio, quella frazione che viene convertita dalle cellule poi in energia.

Tags: ,
Varicella - Laboratorio analisi Exacta Modena

La varicella è una malattia infettiva altamente contagiosa provocata dal virus Varicella zoster (Vzv), della famiglia degli Herpes virus. Insieme a rosolia, morbillo, pertosse e parotite, la varicella è annoverata fra le malattie contagiose dell’infanzia, che nella maggioranza dei casi colpiscono i bambini tra i 5 e i 10 anni. La malattia si trasmette soltanto da uomo a uomo.

Omocisteina | Laboratorio Exacta Modena

L’ omocisteina è un amminoacido prodotto del metabolismo della  metionina introdotto dal nostro organismo  direttamente da alcuni alimenti come latte e latticini, uova, carne e anche legumi.

L’omocisteina è uno dei valori che viene ricercato nel corso delle analisi del sangue, in quanto valori elevati della sua concentrazione costituiscono un fattore di rischio di soffrire di malattie cardiovascolari anche gravi, come arterosclerosi, infarto miocardico, ictus cerebrale e trombosi.

CTX Exacta Modena

Osteoporosi.

L'osteoporosi è una malattia sistemica dell'apparato scheletrico caratterizzata da una bassa densità minerale ossea e da un deterioramento della microarchitettura del tessuto osseo.

Ciò è dovuto ad un’alterazione del "rimodellamento" osseo: la distruzione e il riassorbimento dell'osso invecchiato non viene perfettamente ricompensato dalla formazione di nuovo osso.

Tags:
Test di Gravidanza: Beta HCG

La rilevazione delle Beta HCG - Gonadotropina Corionica Umana, l'or­mone della gravidanza, nel sangue o nelle urine indica una gravidanza in corso perché questo ormone viene prodotto dalla placenta non appena l'o­vulo viene fecondato, quindi, la sua rilevazione potrebbe essere eseguita addirittura prima della data orientativa in cui la donna aspetta le mestrua­zioni.

Tags:
Bilirubina Exacta Modena

La Bilirubina è una sostanza che deriva dall'emoglobina, in particolare dalla distruzione naturale dei globuli rossi al termine del loro ciclo vitale. In questo modo viene liberata nel sangue l'emoglobina, presente nei globuli rossi. Si distinguono due tipi di bilirubina, quella libera (o indiretta) e quella coniugata (o diretta).

Rassegna Stampa 23 dicembre Exacta

208 ESAMI "MESSI AL BANDO"
L' SSN (Servizio Sanitario Nazionale) ha stabilito che ben 208 esami (tra cui l'esame del colesterolo) non sono più garantiti gratuitamente. Di conseguenza se il cittadino vuole sostenere uno qualsiasi di questi esami dovrà sobbarcarsi il 100% del costo.

I vantaggi di poliambulatori e laboratori privati, ultimi capisaldi per chiarire lo stato di salute prima dell'insorgere di una malattia.

Sottocategorie

Questa Categoria del Blog Exacta è dedicata ai Quaderni di educazione angiologica, a cura del Dott. Leon Bertrand, Medico Chirurgo, Specialista in Angiologia.

Abbiamo 183 visitatori e nessun utente online

© 2016 Poliambulatorio Exacta S.r.l. Poliambulatorio/Laboratorio P.IVA 00293700365 Indirizzo : Viale Medaglie d'oro, 63 - 41124 Modena Telefono : 059.30 22 65 | fax : 059.44 16 88 | e-mail : info@poliambulatorioexacta.it